Azienda

Nel cuore della suggestiva campagna toscana, su uno sperone di roccia che domina il corso del fiume Orcia, spicca il Castello di Velona.
Qui, di fronte alla maestosità del Monte Amiata e alla vista che spazia dalle Crete Senesi fino all'alta Maremma, questa terra antica produce i suoi frutti più pregiati.
E' così, da testimone di presenze etrusche, dominazione romana, scontri tra la Repubblica di Siena e quella di Firenze, oggi, Castello di Velona, dopo mille anni, oltre ad essere un esclusivo Resort è la culla di vini nobili.



La filosofia è quella di una piccola azienda che, nel rispetto della natura e delle tradizioni, applica le tecniche della viticultura moderna guardando alla qualità più spiccata. Ogni singola vite è una vite di Brunello, seguita e rispettata come tale.
Le uve vengono diradate due volte e scelte ancora prima della raccolta, effettuata a mano in cassette da 20 Kg. Dopo la diraspatura, la fermentazione avviene in tini tronco-conici inox da 50 ettolitri a temperatura controllata. La macerazione è di almeno 20 giorni.
Dopo la svinatura, il vino viene posto in botti di rovere da 25/30 ettolitri dove svolge la fermentazione malolattica e comincia il suo percorso evolutivo. Una parte, dopo 10 - 12 mesi, viene imbottigliata e commercializzata ,dopo circa 6 mesi, come Rosso di Montalcino.
La parte restante, invece, continua il suo lento processo evolutivo che la porterà a diventare Brunello di Montalcino.

Un'ulteriore selezione di uve, proveniente da due appezzamenti particolarmente vocati - Poggetto e Gradoni – viene fermentata ed affinata separatamente per favorirne le peculiarità e, nelle annate eccellenti, è destinata alla produzione di Brunello di Montalcino Riserva.